I miei viaggi
 

  Estero

Italia

 
 Chi Sono
 

 

 guestbook

 
 Fa sempre piacere leggere
 un messaggio lasciato da 
 chi è passato nel sito; se
 vuoi lasciare una tua traccia  o leggere quello che altri  
   visitatori hanno scritto:
                entra
 
 
 

 

 

 
 
 
 
 
 

map Madeira

Madeira
E' un'isola di 740 km2, in pieno Oceano Atlantico, a 600 km dall'Africa e 900 dal Portogallo.
Il suo territorio è molto verde e ricchissimo di piante e fiori grazie ad un clima molto temperato, pensate che a dicembre la temperatura media è tra i 14° e i 19°. 
Il fascino dell'isola sta sopratutto nella varietà dei paesaggi che obbligano però ad un continuo saliscendi dovuto alle asperrità del territorio. Si passa dai promontori a strapiombo con un'altezza di 600 m, ai terreni coltivati a terrazze in tutta l'isola, oppure con una passeggiata di 7 km è possibile arrivare al punto più elevato dell'isola: il Pico Ruivo a m.1861. 
Anche il clima risente della variabilità del territorio, poichè si può passare dal sole splendente con un cielo a volte pieno di nuvole sempre in movimento, alla nebbia più fitta che avvolge sopratutto la parte interna e centrale dell'isola.

Vi propongo alcune foto che ho scattato dell'isola allo scopo di offrirvene una rapida panoramica.
 

 
  Ortensie Terrazze coltivate sul mare Scogliere  

Caletta riparata dal Vento

Panorami dall'isola

Salendo al Pico Ruivo 

Lisbona

E' una città sicuramente da vedere. Merita !
Tornavamo da Madeira e ci sembrava del tutto inopportuno non fermarsi qualche giorno a Lisbona. 
Un'occasione da non sprecare poiché non avevamo mai visitato questa città. 
Ricordo che il primo impatto non fu eccezionale, addirittura, ci informammo per cercare di anticipare il volo di ritorno. Forse fu il tempo, nuvoloso, con un cielo basso che ogni tanto lasciava cadere qualcosa, o forse perché semplicemente arrivando dall'aeroporto non ci sembrava di aver visto nulla di particolare. 
Poi invece cominciando a gironzolare per il centro, salendo e scendendo i vari quartieri che sulla carta sembrava fossero lì a due passi, ma che invece si facevano sempre desiderare, cominciammo ad assaporarne il sapore. 
Perché una cosa è certa, come la cartina della città nascondeva le altitudini, le brusche salite che ci trovavamo di fronte, quasi come tornanti in montagna, così Lisbona si presentava piano piano, facendosi gustare un pò alla volta.
Parlando di sapore non è possibile dimenticarne le zuppe, le si poteva trovare da qualsiasi parte, ed erano sostanziose, saporite per gente che lavora, che ha fame e che non può spendere molto.
Si, Lisbona è una città operaia con una presenza extracomunitaria notevole, dovuto anche alle colonie che il Portogallo aveva sino a qualche anno fa in Africa;
; forse una delle poche città dove il centro storico è ancora abitato dai suoi abitanti e non solo da uffici,  dove le case di ringhiera si mescolano a cattedrali o a castelli. Sicuramente un fascino particolare lo assume dal fatto di essere posta alle foci di un fiume e in riva al mare, all'oceano. 

Vi lascio alcune foto, spero possano darvi un'idea e contemporaneamente stuzzichino anche a Voi la voglia di andarci.

Case_di_ringhiera_a_Lisbona Torre di Belém. Vista della città dal Castello Sào Jorge
Centro storico e popolare di Lisbona: antichi palazzi Torre di Belem  Vista della città dal Castello di Sao Jorge
Facciata del Mosteiro dos Jeronimos Convento do Carmo Sintra
Facciata del Monastero
dos Jeronimos
Gli archi del Convento
 do Carmo
   Sintra

Link utile:

Ufficio turistico di Lisbona

       INIZIO PAGINA 

Copyright Roberto.Fontana.Name ®