Diario

   Madagascar
   Madagascar 2

Foto Madagascar

 
 

I miei viaggi

 

Estero
Italia


 
 Chi Sono

 

 

 guestbook

 
 Fa sempre piacere leggere
 un messaggio lasciato da 
 chi è passato nel sito; se
 vuoi lasciare una tua traccia  o leggere quello che altri  
   visitatori hanno scritto:
                entra
 
 
 

Ifaty 22/7/04

Ci eravamo prenotati all'uscita in barca con l'intento di avvistare le balene. Philippe ci aveva chiarito che se il mare oltre la passe fosse stato mosso si sarebbe tornati indietro e a dir la verità ero anche scettico in quanto il canale di Mozambico è largo 400 km e per incontrarle bisognava avere tanta fortuna....
Invece con un mare liscio ne abbiamo trovate tante: a coppie, solitarie o in terzetto con le quali sembrava di
Testo alternativo accessibilegiocare a nascondino. Si, perché dopo essersi fatte avvicinare a circa 200 mt, si immergevano lasciandoci a cercare con 360° di oceano a disposizione.

E' stato comunque emozionante vederle passare con i loro sbuffi e l'apice è arrivato quando una ha fatto un bel salto a 300 mt da noi, rilasciando una cascata d'acqua. Nel rispettoso silenzio che tenevamo, i loro versi e sbuffi si sentivano chiaramente lasciandoci a bocca aperta davanti a un documentario vivente. Se in quel momento avessi incontrato un giapponese non so come sarebbe andata a finire !

  
  
 

 

 

 
 
 

S.te Marie 24/7/04

Siamo arrivati a S.te Marie dopo un viaggio aereo in cui per alcuni salti di vuoto, lo stomaco un paio di volte ci era salito in gola, per verificare la presenza delle tonsille che mi avevano già abbandonato. In compenso il sole brilla, l'aria è più calda e umida e dopo una prima giornata in cui ci fermeremo all'hotel Lakana, domani traslocheremo da Chez Vavate.
Siamo andati a vederlo, si trova a sud dell'aeroporto, isolato su una collinetta fittissima di vegetazione da cui si
Testo alternativo accessibilepossono dominare due vedute eccezionali. Il lato est in cui sorge il sole con una spiaggia sottostante e una laguna da strabuzzare gli occhi per la bellezza e sull'altro lato di fronte all'iles aux Nattes con una sabbia bianca dai toni di azzurro dell'acqua da urlare.
La laguna è vivibile e sfruttabile indipendentemente dalla marea che in altri posti crea invece delle aree molli garantendo la possibilità del bagno solo dopo la barriera.
Ci siamo fermati a pranzo per gustarci un'insalata di midollo di cocco e rape al vinaigrette e del pesce al cocco con anche un budino di cacao come dessert. Superbo.

S.te Marie 25/7/04

Ci siamo trasferiti da Chez Vavate. Siamo stati tutta la mattinata con Margherita e Barbara, due viaggiatrici che abbiamo incontrato lì. Abbiamo passato una bella mattinata in spiaggia a chiacchierare tra uno scroscio d'acqua e un colpo di sole, ma che ci ha permesso di godere di un paesaggio eccezionale di spiagge bianche, una vegetazione semplicemente naturale e una sana conversazione con persone interessanti e intelligenti che nel pomeriggio sono partite ma che speriamo di incontrare.
Abbiamo solo fatto in tempo a gustare assieme un'insalata di pesce crudo alla thailandese  e un secondo di gamberi, superlativo.
Alla sera addirittura granchio in salsa d'ail tiepido che abbiamo ripulito sino all'ultima chela e dei calamari con legumi in umido, morbidissimi perché battuti al coltello a striscioline e ritagliuzzati a quadretti, che definirei eccezionali.
Ci stanno proprio coccolando anche perché abbiamo già detto loro che non abbiamo problemi di cibo e ci affidiamo al loro estro.

S.te Marie 26/7-28/7/04

Sono solo le 7 di mattina ma siamo già svegli, perché essendo disposti a est, dal sorgere del sole incrociamo i suoi raggi che filtrano tra gli alberi all'interno del bungalow.
Sono seduto di fronte all'oceano e alla sua barriera che crea un bel rumore di onde che si infrangono e le cui variazioni dipendono solo da come il vento trascina i rumori.
La giornata è stupenda come quella di ieri in cui siamo andati all'iles aux Nattes.
Dopo una breve traghettata già definita con gli accordi presi da Amedée e il pescatore e siamo arrivati.
L'isolotto è contornato da una spiaggia bianca che in alcuni angoli crea giochi di trasparenza d'acqua con tutte le sfumature dell'azzurro.
Tutto il suo perimetro è un pizzo di sabbia e anche se si intuisce la presenza di vari hotel e bungalow, tutto rimane molto nascosto e discreto, gli unici movimenti sono quelli delle piroghe che traghettano la gente di quà e di là della laguna interna.
Testo alternativo accessibile
Ormai ci sembra di essere di casa in quest'isola di S.te Marie e tra questa gente: non ci si annoia a vedere e scoprire le piante che Amedée con molto orgoglio ci mostra passando da quella del pepe a quella del caffè che loro stessi producono, ma senza tralasciare quella dei chiodi di garofano, della vaniglia e della cannella di cui ci fa vedere il modo in cui viene ritagliata e raccontandoci anche tutto il processo di essiccazione. Non voglio però dimenticare l'albero del pane o delle svariate tipologie di palma a partire dalla Ravinala, simbolo del Madagascar cioè quella che viene comunemente chiamata "la palma del viaggiatore" perché all'interno dei suoi rami trattiene una grossa quantità d'acqua alla quale il viaggiatore al bisogno può attingere.
Sarebbe necessario un libro per descrivere le erbe che utilizzano ancora adesso per risolvere problemi di pancia, slogature, mal di testa e di stomaco o per fermare una perdita di sangue o per gli alberi da frutto dell'ananas, papaya, manghi, nespole, pesche e albicocche, arance e mandarini, jack fruit e tanti altri che non ricordo più.
Il viaggio botanico proseguiva e variava a scelta arrivando a condurmi per un sentiero tortuoso e ripidissimo ad una spiaggia i cui alberi all'interno erano stati eletti quale sede di stormi di egrette bianche che li facevano nascere i piccoli e che potevano banchettare con anguille che giravano all'interno di grosse pozze d'acqua alla base degli stessi alberi.
Più volte mi sono chiesto se fossi arrivato all'eden............    

Come tutte le cose belle, finiscono e ci siamo ritrovati su un Twin Otter che ci riportava a Tanà e quindi a Milano.

Velòma Madagascar..........................


 

Dettagli non insignificanti
Alcuni dei piatti proposti dal Tsara Guest Hause e da Chez Vavate

  • Creme de volaille e poisson a l'epinard
    Foie gras aux poivres vertes, bananes grillées
  • Saucisses de porc fumées avec confites aux
    poivres vertes
  • Magret de canard poulée du mill e café
  • Fondant a la mandarine, sauce chocolat
  • Soufflé a la creme de café
  • Crabe all'aie; Calamare legumes;
    Gateau caramelle
  • Gratin de poisson, Poulpe au coco, Flan caramellée
  • Salade de coeur de coco, peperoni ripieni al pesce, riso bianco e salsa pomodoro e zenzero, banana flambée
  • Soupe de poisson avec tagliolini di riso e crostini all'aglio

Mahery

Un saluto particolare e affettuoso a Mahery, (autista e accompagnatore) con il quale
abbiamo diviso 1000 km di strada e 9 giorni di sua compagnia e che ha saputo trasmetterci tante premure, tanta cortesia e tante utili informazioni.
Chi desiderasse informazioni o il suo indirizzo può scrivermi
Notizie pratiche

 Documenti: il passaporto con validità 6 mesi, il visto viene fatto all'aeroporto
 Corrente: 220 volt con prese elettriche identiche all'Europa
 Vaccinazioni: consigliata l'antimalarica anche se personalmente ho visto poche zanzare e solo al mare.
                     Sufficiente la Clorochina: verificare le possibili controindicazioni e allergie
 Valuta: l'Euro viene regolarmente scambiato e nel mese di luglio il cambio era € 1 = fmg 13.000 circa
 Telefono: il modo più economico è quello di acquistare le schede telefonica, disponibili da fmg 25.000 /50.000/ 
               100.000.   Non sono moltissime le cabine utilizzabili, ma comunque presenti in tutte le cittadine.
 Compagnia aerea: Air Madagascar
molto gentili in genere, anche se non puntualissimi nei voli interni nei quali
                           abbiamo provato ben tre tipi di aereo.


                
 

Costi del viaggio

Volo Milano Malpensa / Antananarivo          € 710.00 cad
Volo interno Tulear / Antananarivo +           € 318.00 cad 
Volo interno Antananrivo / S.te Marie +
Volo interno S.te Marie / Antananarivo
Costo noleggio auto con autista                 € 369.00 compreso carburante e giorno del viaggio di ritorno (in due
                                                                           persone)
Costo medio albergo                                 € 9.00
Costo di un pranzo  in un hotely                 € 0.20 cad.
Costo di un pranzo  in un hotel - albergo     € 5 cad.
 

       INIZIO PAGINA 

Copyright Roberto.Fontana.Name ®